A moment

Non lo so. Forse potrei davvero farlo. Una notte via, con lui. Non è che mi serva molto altro, ma è una cosa che mi fa una paura immensa, non so se poi potrei tornare indietro.

Intanto stasera mi sono messa a leggere Franzen avvolta nella sua coperta con tanto di muffin al cioccolato da mangiucchiare e pensavo solo “Ma quanto sarebbe più bello se intanto potessi anche respirare il suo profumo?”.
Se poi potessi mettere giù il libro e rannicchiarmi contro di lui, naso che sfrega contro il suo collo e chiedergli di provare a guardare gli Oscar fino alle 6 del mattino, fregandocene del mattino dopo e degli orari?

Once in a lifetime
Give me a shot at the night
Give me a moment

Running up that hill

Vorrei davvero poter uscire anche con te a cena tra qualche tempo, un po’ di tempo, e magari ridere di quel tempo in cui non riuscivamo a smettere di baciarci. Vorrei davvero non rovinare quello che c’è tra noi, conservare il buono, l’intesa che c’è, il parlare a raffica e di tutto e vorrei conservare anche tutto il resto ma so che non è possibile, l’amore e il sesso confondono tutto e rendono tutto più complicato e poi alla fine inevitabilmente rovinano e fanno allontanare. Io non voglio che succeda. Io con te voglio troncare nel punto più alto e lasciare tutto così, non vissuto, cristallizzato nella sua perfezione. Eterno.
Mi hai detto che non ti piacciono le favole e io ho detto: “Eppure hanno capito tutto: finiscono esattamente nel momento di felicità massima”.
È quello che penso, qui adesso, dopo averti sognato in un sogno così bello e realistico che mi ha lasciato ingarbugliata più del solito.
L’unico problema, non trascurabile, è solo capire dove finisce la salita e inizia la discesa.

It doesn’t hurt me.
Do you want to feel how it feels?
Do you want to know that it doesn’t hurt me?
Do you want to hear about the deal that I’m making?