When I fall

Non ho più molto da dire. Le parole che scrivo non mi piacciono, mi sembrano vuote, le odio, voglio cancellarle subito dopo averle digitate.
Vorrei cancellare tutto. Ho mentito ad almeno tre persone per stare tranquilla oggi pomeriggio. Da sola. Non mi va di parlare con nessuno, di sentire nessuno. La sua voce in messaggi audio registrati mi calma sempre, mi fa sorridere, ma poi se ci penso vorrei una pausa anche da lui.
Overewhelmed è la parola.
Provo troppo per ignorare ancora che qualcosa in effetti ci sia e al tempo stesso forse la mia decisione l’ho presa, ed è rinunciare a lui e andare avanti per la mia strada.

Heaven help you catch me if I fall

Annunci

Haunted

Gli ho scritto “Sì, peró torni, per favore?”. Che lo so che sono tutti falsi allarmi e panico a Roma ma comunque e forse è per quello che gliel’ho chiesto o forse perchè quando è lontano manca sempre un po’ di più.
Gli ho detto che è la prima volta che qualcuno mi piace così, per così tanto tempo. Che dopo un po’ di solito mi stanco, passa, mi allontano, penso che non ne valga la pena e invece con lui no.
Peró forse.
Non poteva durare per sempre. Prima o poi doveva finire la sensazione di dirsi cose sempre nuove, sempre belle. Avrei voluto rimanesse per sempre così, ma non è possibile. Non per altri, non per me e lui. Non siamo speciali. Lo so, l’ho sempre saputo, vedo le cose come stanno e penso solo “Cavolo, vorrei non saperlo”. Vorrei poter pensare che c’è un amore, un’anima gemella, una persona che quando la guardi negli occhi tremi, sempre, per tutta la vita.
Come una bella canzone che vuoi sentire tutti i giorni.

I used to think the secret to a happy ending was to bring down the curtain at the exact right time. A moment after happiness, then everything’s all wrong again.

Anymore

È stato il mio compleanno e poi il suo. (Anche i nostri compleanni sono vicini).
Ci sono state le feste nel mezzo e sono stata lontana e ora lui è lontano e non ci vediamo da un po’. Non ci vedremo ancora per un po’. Continua a dirmi che gli manco da morire. Mi scrive più di prima. E io penso solo “Ah, adesso sì?”. Non voglio che il risentimento abbia la meglio, ma io ho provato certe cose prima, quando lui ancora era felice e beato con lei. Non è una colpa, ma pesa. Pesa e poi non posso sopportare ancora per molto questa situazione. È da troppo tempo.
Immagino di chiedergli di parlare, di dirgli quello che provo, le parole esatte, Le Parole, e poi immagino di dirgli che non possiamo stare insieme, che vogliamo cose diverse, che va bene così. Che posso stare senza di lui. Anche se mi si straccia il cuore, come ora che non lo vedo da meno di due settimane.

You’re still all over me like I wine-stained dress I can’t wear anymore